RIFORMA DELLO SPORT - 2° PARTE

08 giugno 2023

Dopo aver esaminato l’impatto della riforma sugli aspetti civilistici e statutari dei soggetti che svolgono attività in favore o per conto dei sodalizi sportivi:

  1. Volontari
  2. Lavoratori sportivi
  3. Addetti all’impianto sportivo
  4. Amministratori

I volontari sono coloro che mettono a disposizione il loro tempo e le proprie capacità per promuovere lo sport in modo personale spontaneo e gratuito senza fine di lucro nemmeno indiretti ed esclusivamente con finalità amatoriali.

Essi potranno essere tesserati o non tesserati.

Per quanto riguarda i volontari conviene che siano tutti tesserati  così se tra le coperture assicurative previste in automatico con il tesseramento c’è anche la responsabilità civile non servirà né tenere il registro dei volontari né preoccuparsi della copertura assicurativa R.C.

Se i volontari non sono tesserati bisognerà istituire il registro dei volontari (vidimato da un notaio) e sottoscrivere una apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile Per quanto  riguarda i volontari (ma questo vale anche per i lavoratori sportivi) è necessario deliberare che sia a loro riconosciuto il rimborso delle spese a piè di lista sostenute per l’effettuazione delle trasferte fuori dal loro comune di residenza ed i relativi criteri stabiliti per il rimborso quali ammontare del rimborso chilometrico, sussidi di vitto ed alloggio, etc.

I lavoratori sportivi sono coloro che percepiscono un compenso, sono tesserati e sono atleti, allenatori, istruttori, direttori tecnici e direttori sportivi.

La qualifica di istruttore spetta solo a coloro che sono qualificati istruttori da una federazione sportiva individuata tra quelle facenti parte del consiglio Nazionale del Coni. Per questi lavoratori è superato il

 

 

vecchio regime fiscale e viene istituito un regime fiscale e previdenziale appositamente previsto per tutti i lavoratori sportivi distinguendo tra l lavoro subordinato e lavoro autonomo e nell’ambito del lavoro sportivo autonomo però per la ASD e le SSD vengono previste specifiche agevolazioni fiscali e previdenziali più specifiche che illustreremo più avanti con una eccezione anche per i lavoratori non definiti sportivi e cioè i collaboratori a titolo amministrativo-gestionale.

Restando a disposizione per ogni eventuale chiarimento in merito, inviamo cordiali saluti.

 

 

                                                                                   p. Rogai & Partners STP Srl

                                                                                           Rag. Riccardo Rogai

 

 

Archivio news

 

News dello studio

nov20

20/11/2023

Circolare informativa sulle novità organizzative ( whistleblowing, assetti organizzativi, modello organizzativo 231/2001 e report sostenibilità)

Con la presente siamo ad informarVi sulle novità organizzative che saranno richiesti alle piccole e medie aziende:   WHISTLEBLOWING (segnalazioni, anche anonime, protette di criticità

giu8

08/06/2023

RIFORMA DELLO SPORT - 3° PARTE

RIFORMA DELLO SPORT - 3° PARTE

DISCIPLINA DEI PREMI AGLI ATLETI La riforma dello Sport definisce “premio” la corresponsione di somme ai propri tesserati, in qualità di atleti e tecnici nell’area del dilettantismo,

giu8

08/06/2023

RIFORMA DELLO SPORT - 2° PARTE

RIFORMA DELLO SPORT - 2° PARTE

Dopo aver esaminato l’impatto della riforma sugli aspetti civilistici e statutari dei soggetti che svolgono attività in favore o per conto dei sodalizi sportivi: Volontari Lavoratori

News

apr22

22/04/2024

IFRS 18: nuovi obblighi di informativa sugli indicatori di performance

L’IFRS 18 pubblicato dallo IASB introduce

apr22

22/04/2024

DEF, in audizione il CNDCEC chiede interventi per ceto medio e bonus edilizi

Il CNDCEC in audizione presso le commissioni

apr22

22/04/2024

Gestione dipendenti pubblici e separata: prescrizione a dicembre 2024

Nella circolare n. 58 del 2024, l’INPS